SPLIT PAYMENT ALLARGATO DAL 1/7/2017

A decorrere dalle operazioni fatturate dall’1.7.2017 l’applicazione del meccanismo dello “split payment” alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi opera non soltanto verso le Amministrazioni Pubbliche, come definite dall’art. 1, co. 2, della Legge 31.12.2009, n. 196, per le quali i cessionari o committenti non sono debitori dell’imposta, ma anche nei confronti di

Plusvalenze e minusvalenze da assegnazione agevolata

Con la circolare n. 37/E/2016, l’Agenzia delle Entrate illustra il trattamento fiscale delle plusvalenze o delle minusvalenze che derivano dall’assegnazione dei beni, distinguendo in funzione della loro natura di beni-merce o di immobilizzazioni. Se l’assegnazione ha per oggetto un bene immobile iscritto tra le immobilizzazioni l’eventuale differenza positiva tra valore utilizzato per l’assegnazione e valore

PATENT BOX: IRRILEVANTI I MARCHI DI IMPRESA

L’art. 56, co. 1, del D.L. 50/2017 ha riformulato il primo periodo dell’art. 1, co. 39, della Legge 190/2014, stabilendo che i redditi derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, da brevetti industriali, da disegni e modelli, nonchè da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili,

REGIME FISCALE DELLE LOCAZIONI BREVI

L’art. 4 del D.L. 50/2017 ha introdotto il regime fiscale delle locazioni brevi, intendendosi per tali gli affitti di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, compresi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio

CESSIONI DI IMMOBILI ESENTI IVA – PRO RATA E RETTIFICA DETRAZIONE

L’applicazione del regime di esenzione Iva nelle cessioni di immobili, sia pure meno frequente dal 26.06.2012, a seguito delle descritte modifiche normative, determina un duplice effetto sul sistema della detrazione dell’imposta: – la rettifica dell’Iva, in ossequio all’art. 19-bis2) del D.P.R. n. 633/1972; – la determinazione del pro-rata di detraibilità, a norma dell’art. 19, co.5,

ESPORTAZIONI CONGIUNTE

L’art. 8, co. 1, lett. a), del DPR 633/72, nel definire le esportazioni dirette, prevede che i beni, prima della loro materiale uscita dal territorio comunitario, possono essere sottoposti, ad opera del cedente stesso o di terzi, a lavorazione, trasformazione, montaggio o assiemaggio con altri beni. A questo punto, si pone la questione di come trattare ai fini