Spesometro 2011 confermato entro il 30 aprile 2012

Il termine per l’invio della comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva, per l’anno 2011, rimane fermo al 30 aprile 2012. Nei giorni scorsi, infatti, un provvedimento direttoriale ha prorogato al 15 ottobre 2012 il termine per la comunicazione delle operazioni, di importo almeno pari a euro 3.600, iva compresa, effettuate da soggetti “privati”, laddove il pagamento sia avvenuto con carte di credito, debito o prepagate. L’obbligo di comunicazione di tali operazioni, tuttavia, non interessa le imprese ed i professionisti, in quanto il soggetto cui fa capo tale adempimento è l’operatore finanziario che ha emesso la carta di credito, di debito o prepagata (tipicamente l’istituto bancario). Pertanto, è bene evidenziare che l’obbligo di comunicazione delle operazioni diverse da quelle poc’anzi citate resta confermato al 30 aprile 2012, anche se è necessario tener conto del contebuto del comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate del 5 aprile scorso, in cui è stato precisato che:

– è facoltà del contribuente di inserire nella comunicazione tutte le operazioni, senza rispetto quindi di alcuna soglia minima (euro 3.000 per l’anno 2011), facilitando in tal modo il compito dei contribuenti stessi;

– è stato modificato il software dell’Agenzia delle Entrate per la trasmissione telematica della comunicazione, consentendo l’inserimento anche di operazioni “sotto soglia”.

Condividi la notizia